A Barletta quando piove, compendio di soluzioni di fine estate

Con ottobre il bel tempo lascia più respiro alla città di Barletta, costretta a prepararsi a un clima più incerto e arioso, soggetto a rare ma possibili precipitazioni che possono pregiudicare un weekend di relax costringendo ogni viaggiatore a cambiare i suoi programmi. Il Bed & Breakfast Conte Cavour cerca sempre di garantire ad ogni avventore il miglior soggiorno possibile, suggerendo, nell’eventualità, anche le migliori possibilità e proposte che il comune della Disfida può avanzare in caso di maltempo.

Anche al sud, nonostante sia naturalmente rinomata per il suo bel tempo, l’aria ha bisogno di cambiare, citando Pino Daniele. Meglio non farsi trovare impreparati e approfittarne per scoprire le migliori location da scoprire in caso di pioggia. A pochi passi dal B&B Conte Cavour sorge il Castello Svevo di Barletta, enorme bastione dalle tinte calcaree una volta circondato dalle acque, ora decorato da un pregevole giardino e da un fossato spesso oggetto di manifestazioni e iniziative uniche. Vi si accede da un rivellino e un ponte fisso in muratura, che permette l’accesso alla piazza d’armi della struttura, un vasto spiazzo da cui si dipanano i diversi accessi alle varie stanze. Da qui è possibile raggiungere facilmente il museo civico della città di Barletta, dedito a mostre temporanee di grande interesse artistico e storico. Dal 22 settembre al 21 ottobre 2018 sarà possibile scoprire L’Arte di Condividere, esposizione dedicata a disegni delle collezioni Gabbiani, De Stefano, Girondi, Cafiero e Virgilio collocabili tra il XV e il XX secolo, un patrimonio unico che non può non essere scoperto.

La stessa struttura del Castello Svevo di Barletta è ricca di aree che non aspettano altro che di essere esplorate. Tra il piano inferiore, quello al livello del terreno e il superiore, è possibile scoprire il Sarcofago degli Apostoli, lastra lapidea raffigurante il Cristo con i suoi seguaci un tempo appartenuta a una chiesa; i sotterranei, grande espressione architettonica del periodo medioevale; e il busto raffigurante Federico II di Svevia, unico al mondo.

Allontanandosi dal bastione e procedendo verso il centro storico di Barletta è possibile scoprire la Cattedrale di Santa Maria Maggiore, maggior edificio di culto cittadino, dal pregevole fascino storico ed edilizio comprendente lo stile romanico e gotico. Oltre queste pregevolezze architettoniche, al suo interno è possibile discendere fino alla basilica paleocristiana preesistente, la più grande del nord barese, assolutamente da vedere.

Procedendo verso nord si arriva alla Cantina della Sfida, polo museale legato agli eventi della celebre Disfida di Barletta dove è possibile ammirare vesti e armi medioevali perfettamente conservate.

Immancabile il tour, che piova o meno, al Palazzo della Marra, chiamato anche Casa De Nittis poiché ospitante in esposizione permanente le opere del celebre pittore barlettano, donate alla comunità dalla moglie Leontine. Sono decine i quadri che è possibile scoprire in questo edificio dall’innegabile valore storico, perdendosi facilmente in un momento di vera estasi artistica.

Il Bed & Breakfast Conte Cavour fa della gradevolezza del soggiorno di ogni visitatore la sua missione, sempre in prima fila per informare anche di eventuali eventi importanti presenti nel territorio di Barletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *