La Disfida di Barletta, lo scontro cavalleresco più celebre del sud Italia

La città di Barletta fa come punto di partenza della sua cultura la Disfida, evento storico durante il quale diversi cavalieri locali sfidarono in una giostra cavalleresca gli invasori francesi riuscendone vincitori. I vari aneddoti che portarono allo scontro avvennero in luoghi particolari, che il comune ha nel tempo valorizzato così da permetterne una ottimale fruizione anche da un punto di vista turistico. Tutto successe a pochi passi dal B&B Conte Cavour, da cui è possibile raggiungere con facilità ogni luogo chiave della storia.

Per comprendere al meglio gli avvenimenti di cui parliamo bisogna tornare un attimo al 1503, quando Barletta, fiorente borgo sotto il controllo spagnolo, era oggetto d’invasione da parte della popolazione francese. Il comune era la roccaforte meridionale degli iberici, e a seguito di uno scontro vinto presso le campagne di Canosa ritornarono a casa con prigionieri prestigiosi, come Monsieur Guy de la Motte. All’interno della Cantina della Sfida, antica cantina sita nel centro città dove erano soliti riunirsi tutti i cittadini per pranzare e cenare, location attualmente adibita a museo, il francese sfidò la compagine italiana a duello, giudicandola inadeguata. Gli spagnoli difesero invece gli italiani e i barlettani, ritenendoli pari e superiori ai francesi. Dinanzi quel luogo, a memoria dell’evento, sorge tutt’oggi la piazza della Sfida, con un monumento a memoria di coloro che quel giorno difesero l’onore italiano.

La location scelta per lo scontro era pochi chilometri fuori città, in direzione Trani e Corato, con tredici partecipanti per parte. Gli italiani vennero premiati per la loro astuzia, sfruttando le ingenuità tattiche dei francesi troppo sicuri della loro possibilità. Tutti i francesi, tranne uno rimasto ferito mortalmente, vennero condotti a Barletta in qualità di prigionieri e liberati solo dopo riscatto. Seguirono grandi festeggiamenti, che si conclusero con una Santa Messa presso la Cattedrale.

Da allora sono passati oltre 500 anni, ma la città ancora ricorda con orgoglio come i suoi rappresentanti lottarono per la sua libertà e per i suoi ideali, promuovendo annualmente feste e manifestazioni in onore della Disfida di Barletta. Sono centinaia i turisti che annualmente giungono da ogni dove per ammirare il corteo storico e la messa in scena degli antichi eventi chiave dello scontro, spesso arricchiti da ospiti prestigiosi e capaci di richiamare per le strade tutta la cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *